Vibrisse, un bollettino e un'associazione

| | TrackBack (0)

Il nome "Vibrisse" compariva nella colonna di servizio della prima edizione (non più disponibile in linea) di questo sito, con una forma di reblog, ossia di ripubblicazione dei titoli dei suoi post. Vibrisse compare ancora tra i link di questa nuova versione come rinvio al sito del «Bollettino» di letture e scritture che Giulio Mozzi cura con grande passione da diversi anni.
Mozzi, oltre a essere scrittore in proprio e docente di scrittura creativa, è un formidabile animatore culturale nel campo letterario e saggistico: l'ultima sua creatura, attiva dallo scorso anno, è l'associazione "Vibrisselibri", che opera sulla rete come casa editrice e agenzia letteraria filtrando e selezionando nuove proposte; dopo l'approvazione di un comitato di lettura, questi testi entrano nel ciclo di produzione editoriale e sono pubblicati in rete con download gratuito del file in formato pdf.
La pubblicazione in linea fa parte di una strategia di promozione editoriale, che si arricchisce con iniziative presso la stampa, i critici letterari, le agenzie letterarie italiane e non italiane, gli editori in carta, i premi letterari.
paolini.jpgPer essere pubblicati non occorre pagare, né essere soci dell'Associazione: se si invia una proposta occorre dotarsi di pazienza, perché viene pubblicato soltanto ciò che è ritenuto valido e non si offrono servizi di editing per i testi non ammessi alla pubblicazione.
Gli ultimi libri in via di pubblicazione sono due: il saggio Una tragedia negata. Il racconto degli anni di piombo nella narrativa italiana di Demetrio Paolin, che uscirà nella primavera del 2008 dalla casa editrice Il Maestrale; il romanzo di Monica Viola Tana per la bambina con i capelli a ombrellone, che uscirà presso Rizzoli a fine gennaio 2008.
Per il saggio di Paolin motore della pubblicazione sono stati gli articoli apparsi sulla stampa quotidiana negli ultimi mesi, mentre per il romanzo di Viola la scelta di Rizzoli è legata all'attività di promozione dell'Associazione.
Dal nostro punto di vista l'interesse concreto dell'attività di Vibrisselibri consiste, oltre che nella possibilità di essere pubblicati senza dover sostenere oneri economici, in una recente e interessante apertura che Giulio Mozzi ha proposto sul suo sito:

Il cuore del cuore di Vibrisselibri è l'attività di lettura. E l'attività di lettura è, purtroppo: faticosa, bisognosa di tempo. Per di più, si legge molto per pubblicare poco: e questo può essere frustrante. E come se non bastasse, l'attività di lettura è, tutto sommato, quella più oscura e sepolta (appunto: nel cuore del cuore della casa editrice). Quindi, la cosa di cui Vibrisselibri ha più bisogno (ora come sempre) è: persone disponibili a leggere.
Vi piace leggere? Volete dare una mano al Comitato di lettura di Vibrisselibri?
Scrivete al Comitato di lettura, indicando quale potrebbe essere, in linea di massima, la vostra disponibilità (ovvero quanti dattiloscritti pensate che potreste realisticamente leggere: uno alla settimana, quattro all'anno, tre al mese, ecc.). Tenete conto che la lettura di un dattiloscritto comporta anche la redazione di una breve scheda.
Nella lettera vi chiediamo anche di dirci chi siete, e di aggiungere tutte quelle altre informazioni che ritenete possano servire (ad esempio: se avete esperienza editoriale, se avete gusti di lettura specifici, se avete particolari competenze, se avete una formazione letteraria, se leggete in cucina o al pub, ecc.).
Spedita la lettera, riceverete subito una breve risposta automatica (...). Successivamente il Comitato (...) si farà vivo con voi. E a quel punto cominceranno i dolori.
Riceverete via email un dattiloscritto. Vi sarà chiesto di leggerlo e di redigere una scheda di lettura. La scheda sarà valutata dal Comitato, che deciderà se accettarvi o no come Lettori di Vibrisselibri.
Se sarete accettati, auguri e buon lavoro. Se non sarete accettati, grazie mille per la disponibilità e scusate per il disturbo.
Per entrare nel lavoro editoriale si offre qui un'opportunità inedita, ossia cominciare direttamente dalla selezione delle nuove pubblicazioni. Non è da poco: è quello che l'editore richiede ai propri consulenti o fa in prima persona. Questo carattere decisivo richiede un costo: impegnarsi sicuramente in modo serio nella comprensione del testo e nella elaborazione della scheda, per essere accettati nel gruppo dei lettori.
A me sembra interessante e a voi?

vuoidiventare.gif
Aggiornamento del 10 dicembre 2008: Giulio Mozzi comunica che già 50 persone hanno risposto all'appello per partecipare al Comitato di lettura di Vibrisselibri.

Categorie:

Post correlati

Generazione TQ - 28.07.11
Autori, editori e librai/2 - 24.07.11
Autori, editori e librai - 20.07.11




Su questo post

Questa pagina contiene un solo post di lucius pubblicato il 04.12.07 23:32.

Più libri più liberi è il post precedente

In questi giorni è il post successivo

Ultimi commenti

Non ci sono commenti per questo post

Archivi per mese