Movimenti di mercato

| | TrackBack (0)

Il gruppo editoriale Giunti e la società Emmelibri del gruppo Messaggerie Italiane hanno raggiunto in questi giorni un accordo per creare una nuova struttura di vendita e di commercializzazione del libro.
Giunti, con una storia lunga più di 150 anni, rappresenta uno dei più importanti gruppi editoriali italiani, attivo nella catena della distribuzione con la rete "Giunti al punto". Negli ultimi anni ha integrato il ciclo del libro approdando al multimediale con gli Interactive Labs di Genova, dotandosi di uno stabilimento tipografico avanzato, acquisendo società nel campo dell'editoria per ragazzi.

Emmelibri, a sua volta, costituita nel 2008 come sub-holding del gruppo Messaggerie Italiane, controlla diverse società tutte operanti nel mondo del libro e copre aree riguardanti la distribuzione, la commercializzazione e i servizi:

  • Messaggerie Libri che nasce nel 1981 e detiene nel settore della distribuzione di varia una quota pari a circa il 25% del mercato nel canale delle librerie.
  • Fastbook, leader italiana nella distribuzione all'ingrosso di prodotti editoriali.
  • Opportunity, società che si occupa di rimettere in circolo commercialmente i titoli fuori catalogo o di seconda scelta.
  • Ibs (Internet Bookshop), il più importante multistore on-line nel campo dell'offerta culturale in Italia.
  • Melbookstore, punti vendita di grandi dimensioni nelle principali vie commerciali dei centri storici di importanti città italiane (Roma, Bologna, Firenze, Ferrara, Padova, Novara).
Nel comunicato congiunto si legge:
La società sarà a quote paritetiche del 50% e i soci vi conferiranno le seguenti partecipazioni azionarie:

• 100% di Librerie Giunti al Punto;
• 82% di Opportunity;
• 100% di Fastbook (Librerie Ubik);
• 100% di Internet Bookshop;
• 50% di Altair (Librerie Melbookstore).

Nascerà così un polo di vendita e commercializzazione del libro che coprirà tutti i canali del mercato trade: dalla GDO all'e-commerce, dalle librerie in franchising all'ingrosso, dai megastore alle piccole librerie locali.
I dipendenti della nuova società saranno circa 1.500, le librerie 170, oltre 1.500 clienti nella grande distribuzione organizzata e i ricavi a fine 2009 ammonteranno a 470 milioni di euro a prezzo di copertina.

Categorie:

Post correlati

Generazione TQ - 28.07.11
Autori, editori e librai/2 - 24.07.11
Autori, editori e librai - 20.07.11




Su questo post

Questa pagina contiene un solo post di lucius pubblicato il 13.06.09 00:03.

Ultime e ultimissime dalla Treccani è il post precedente

Movimenti di mercato/2 è il post successivo

Ultimi commenti

Non ci sono commenti per questo post

Archivi per mese