Ultime e ultimissime dalla Treccani

| | TrackBack (0)

Avevamo segnalato in questo post l'apertura di un'area "Treccani.comunità" nel sito della Enciclopedia Italiana: ci ritorniamo perché in occasione del Salone del libro di Torino, nella sezione "Treccani Web TV", si propone un viaggio nell'editoria italiana con interviste ad addetti ai lavori come Ernesto Ferrero, direttore editoriale delle Fiera, Gian Arturo Ferrari, direttore generale della Divisione Libri del Gruppo Mondadori, Alberto Castelvecchi di Editore Aliberti Castelvecchi e Francesca Chiappa di Editrice Hacca. Il filmato, con notevoli spunti di interesse, si può vedere qui.

Da ascoltare con attenzione è anche l'intervento di Severino Cesari sulla gestazione della collana "Stile libero", motivata dall'esigenza di "raccogliere energie nuove nel campo letterario, facendo diventare libro ciò che non lo era, con una grande attenzione ai nuovi linguaggi, ai cambiamenti della società e a fenomeni non ancora classificati in canoni letterari". Nell'ultimo decennio la collana ha innovato l'immagine della casa editrice Einaudi e ha portato al lancio di scrittori come Niccolò Ammaniti, Carlo Lucarelli e il gruppo Luther Blisset.

Una valutazione a parte, infine, meritano due video di Francesco Tatò, amministratore delegato della Treccani, in riferimento al futuro delle enciclopedie e al ruolo degli intellettuali. A differenza di Tullio Gregory, critico talora aspro delle nuove forme di sapere enciclopedico in rete, Tatò ritiene che il futuro delle enciclopedie su carta sia segnato  ("nicchie di mercato" in riduzione) e che si ponga con forza il problema della certificazione delle fonti e dell'attendibilità dei contenuti per le iniziative in espansione come quella di Wikipedia o per altre analoghe: a suo parere, infine, non è in crisi il sapere enciclopedico, ma la forma tradizionale della sua trasmissione.
L'intervento sul ruolo degli intellettuali è una risposta alla tesi di Alessandro Baricco di destinare i finanziamenti pubblici per la cultura alla scuola e alla televisione, piuttosto che al teatro e alle fondazioni liriche, pubblicata nel febbraio scorso su "la Repubblica". In questa presa di posizione Tatò conferma la visione liberista del produttore di idee e di  iniziative culturali o artistiche, che riescono ad essere "apprezzate", e perciò finanziate, dal pubblico e non dallo Stato; ma non coglie la pertinenza della critica di Baricco alle forme tradizionali di finanziamento della cultura e la sua "provocazione" sull'investimento nella scuola e nella televisione, che fanno già parte delle politiche di intervento statale.

Aggiornamento del 1° giugno 2009.  La Treccani e il Ministero per la Pubblica Amministrazione e l'Innovazione hanno siglato il 24 maggio un accordo per rendere disponibili le voci dell'Enciclopedia Italiana per la didattica online. Come si legge nel lancio dell'agenzia ADN-Kronos:

L'accordo per lo sviluppo della didattica e della cultura in rete prevede la digitalizzazione dei contenuti a carico del ministero e rientra nel programma e-Gov 2012. Tutta l'enciclopedia, oltre 200mila lemmi, sarà consultabile sui siti www.innovascuola.gov.it ad uso e consumo di studenti e insegnati e poi sul portale del cittadino www.italia.gov.it, e sul portale scuola dell'istituto.

In particolare sono disponibili: l'Enciclopedia Italiana di Scienze Lettere e Arti, l'Enciclopedia Treccani Trevolumi, il Treccani sinonimi e contrari, la piccola Treccani, il Dizionario Biografico degli Italiani, il vocabolario Treccani, Neologismi, Atlante storico Treccani.

"Altro che Wikipedia - ha detto Brunetta - questa è un'altra cosa ed è un esempio di collaborazione per valorizzare il patrimonio esistente". Dal canto suo, Tatò ha spiegato che sul portale 'innovascuola' sarà disponibile un primo livello di voci, mentre su quello dell'Istituto sono già disponibili gli approfondimenti. La messa on line dei contenuti enciclopedici comunque non va a svantaggio delle vendite. "Le vendite non ne hanno sofferto, anzi - ha assicurato Tatò - i due mondi si aiutano e si compensano" (quello di carta e quello virtuale). E, come ha sottolineato Brunetta, "stiamo arrivando alla convergenza".

Categorie:

Post correlati

Generazione TQ - 28.07.11
Autori, editori e librai/2 - 24.07.11
Autori, editori e librai - 20.07.11




Su questo post

Questa pagina contiene un solo post di lucius pubblicato il 03.06.09 23:38.

Anniversari è il post precedente

Movimenti di mercato è il post successivo

Ultimi commenti

Non ci sono commenti per questo post

Archivi per mese