Domenica di carta

| | TrackBack (0)

La locandina della giornata Questa volta non parliamo di autori, editori, redattori o lettori; né di distributori e di librai; o di bozze e di impaginazione. Questa volta il post è dedicato all'ultimo anello della catena editoriale, quello che quasi viene dopo, alla fine, e che pure svolge una funzione decisiva. Vogliamo parlare di biblioteche e archivi, ossia delle istituzioni - pubbliche e private - che hanno la finalità di conservare e di catalogare i materiali alla base dei libri o di permettere la consultazione e la lettura dei volumi stampati. E ne parliamo perché domenica 3 ottobre, dalle 9 alle 20, biblioteche e archivi saranno aperti al pubblico con programmi di valorizzazione dei fondi e delle collezioni.

Nella presentazione del Ministero per i Beni culturali, l'iniziativa è "un percorso affascinante alla scoperta della memoria del sapere attraverso libri, documenti, fotografie, stampe, disegni e molto altro. Tesori sconosciuti, presentati ai cittadini di ogni età. Tecnologie e servizi innovativi per l'accesso alle informazioni di oggi e di ieri. Visite guidate, esposizioni ed eventi per rendere ancora più avvincente il viaggio nel cuore della cultura che ha fatto grande il nostro Paese." Sembrano espressioni di un rinnovato marketing della cultura, ma leggendo il programma si rimane effettivamente impressionati dall'ampiezza e dalla qualificazione delle proposte. Al momento sono elencati 95 eventi in 18 regioni italiane. Roma fa la parte del leone con ben 10 iniziative che riportiamo di seguito per chi fosse interessato.

Domenica di carta. Biblioteche e archivi si raccontano

Alla Biblioteca Angelica (Piazza di S. Agostino - tel. 06.6840801) si terrà la presentazione al pubblico di tre progetti dell'artista londinese Andrew Rutt, che intendono suggerire un nuovo modo di vivere il rapporto con il libro: "Nuda verità", "Two books" e "Voices". Attraverso un coinvolgimento concreto della realtà oggettuale quotidiana, l'artista propone una nuova e accattivante visione della Biblioteca, in termini di interventi performativi e di installazioni ambientali.

Alla Biblioteca di storia moderna e contemporanea (Palazzo Mattei di Giove - Via Michelangelo Caetani 32) si svolgerà alle 16,30 "Per Titti Vighy" - Letture, ricordi e testimonianze di e su Cesarina Vighy, detta Titti (1936-2010), bibliotecaria, studiosa di cose romane, autrice dei romanzi L'ultima estate, 2009 e Scendo. Buon proseguimento, 2010 (Fazi editore).

"Macchine e manuali: le collezioni fotografiche e bibliografiche dell'ICCD" - l'Istituto Centrale per il Catalogo e la Documentazione (Via di San Michele 18 - tel. 06.585521) aderisce all'iniziativa offrendo al pubblico la possibilità di consultare la parte di testi tratti dalle Collezioni Niego, Becchetti, Gabinetto Fotografico Nazionale (GFN), relativi alla storia e all'evoluzione delle tecniche fotografiche.

Alla Biblioteca nazionale centrale (Viale Castro Pretorio 105 - tel. 06.49891 ) tutti i servizi saranno aperti al pubblico con dimostrazione di come funziona il prestito (alle ore 12.30 e 16.00) e dei sistemi informatici (ore 12.00). Si potrà inoltre visitare il laboratorio di restauro.

Apertura straordinaria dell'Archivio Centrale dello Stato (Piazzale degli Archivi 27 - 06.5454538) con visite guidate alle sale e ai depositi e inaugurazione della mostra "1° maggio tra festa e repressione", nonché la consultazione on line degli inventari e dei fondi fotografici.

"Ma...cos'è questa crisi?": presentazione dell'Archivio di Rodolfo De Angelis presso l'auditorium dell'ICBSA (Istituto Centrale per i Beni Sonori ed Audiovisivi in via Michelangelo Caetani 32).

Presso la Biblioteca Medica Statale (Viale del Policlinico 155 - tel. 06.490245) si terrà la "Presentazione del fondo digitale delle Miscellanee mediche", con una documentazione sulla meteorologia, l'idrologia, l'epidemiologia e la sanità pubblica in generale, nonché saggi biografici su scienziati e medici.

Nella sede centrale dell'Archivio di Stato (S. Ivo alla Sapienza) si potrà accedere con visite guidate al complesso borrominiano della Sapienza, l'antica Università pontificia, oggi sede dell'Archivio.

Nella sede succursale dell'Archivio di Stato (via di Galla Placidia 93 -tel./fax 06.4370019) si potrà seguire un percorso documentario relativo ai più importanti processi e casi giudiziari verificatisi a Roma e nel Lazio nel '900.

All'Istituto centrale per il restauro e la conservazione del patrimonio archivistico e librario, infine, la giornata sarà dedicata a incontri con editori e progettisti del libro sul tema "Editori oggi: come nasce un libro", in collaborazione con il Centro per il libro e la lettura e con l'Aiap Lazio, Associazione Italiana Progettazione per la Comunicazione Visiva.
Insomma, ce n'è per tutti i gusti e, in particolare, per chi si occupa di testi - stampati e no - l'occasione può essere interessante.

Categorie:

Post correlati

Genesi di un personaggio di successo - 08.07.11
Un bisogno irresistibile di pubblicare - 04.06.11
Marginalia - 25.02.11




Su questo post

Questa pagina contiene un solo post di lucius pubblicato il 28.09.10 00:25.

Memoria svelata/2. Cronache di un editore e dei suoi autori è il post precedente

Il prezzo dei libri è il post successivo

Ultimi commenti

Non ci sono commenti per questo post

Archivi per mese