Archivi di Aprile 2011

Un salone per l'archeologia

| | TrackBack (0)
La seconda edizione del "Salone dell'Editoria Archeologica di Roma", manifestazione culturale promossa dalla Ediarché-Editoria per l'Archeologia Srl e patrocinata dalla SAIA-Scuola Archeologica Italiana di Atene, dal DAINST-Istituto Archeologico Germanico e dall'École Française de Rome, ha come protagonista privilegiato il libro di archeologia. Centro della manifestazione è, infatti, proprio l'esposizione-vendita di pubblicazioni di archeologia, antropologia e storia antica all'interno di stand espositivi oppure nella Biblioarché, la Libreria in comune che raccoglie i prodotti editoriali più significativi e le novità delle case editrici specializzate.
logo.png
Per i molti studenti di archeologia della nostra Facoltà segnaliamo questa rassegna che si svolgerà a Roma, presso il Museo Pigorini, dal 19 al 22 maggio 2011: si tratta della seconda edizione del "Salone dell'Editoria Archeologica di Roma", con un fitto programma di presentazioni, conferenze, proiezioni e laboratori didattici, programma che si può consultare in questa pagina. (Per un bilancio della prima edizione si può vedere invece questa pubblicazione.)

Si tratta di un settore specializzato dell'editoria, sicuramente di dimensioni contenute, ma che svolge funzioni importanti di condivisione dei risultati della ricerca archeologica contemporanea, di divulgazione e di studio dei principali ritrovamenti e scavi nelle varie parti del mondo. Contribuisce indubbiamente ad arricchire per un verso le conoscenze di storia antica e di antropologia culturale sull'organizzazione delle prime comunità, a integrare e ad approfondire per l'altro gli orizzonti della storia dell'arte.

All'interno del Salone sono previsti stand per gli editori di maggiore dimensione e uno spazio espositivo chiamato la "Libreria in comune", in cui i piccoli editori possono collocare copie delle loro pubblicazioni e materiale pubblicitario (cataloghi, depliant, ecc.). La gestione di questo spazio è affidata a una società esterna che solleverà quindi i responsabili delle case editrici dall'onere di una presenza continuata per le quattro giornate.

Il Salone, infine, sarà l'occasione per lo svolgimento di un convegno scientifico sul tema "Antropologia e archeologia a confronto: rappresentazioni e pratiche del Sacro", a cura di Luigi La Rocca e Valentino Nizzo. Il convegno è promosso dalla Ediarché e dalla Soprintendenza al Museo Nazionale Preistorico Etnografico "L. Pigorini" ed è articolato in 6 sessioni:
  1. I luoghi del sacro
  2. I tempi del sacro
  3. Gli scopi e i gesti del sacro
  4. Gli operatori del sacro
  5. Le immagini del sacro
  6. Gli oggetti del sacro

Dove va l'editoria

| | TrackBack (0)
Il titolo di questo articolo si può leggere con o senza il punto interrogativo finale: nel primo caso fa riferimento ai quesiti di una lunga inchiesta di Juan Cruz sul tema: "Gli editori alle prese con la fine dell'era Gutenberg", pubblicata a puntate ogni domenica dal quotidiano spagnolo «El Pais» nei mesi di marzo e di aprile; senza il punto interrogativo indica le linee di tendenza o le prospettive di sviluppo tracciate dagli intervistati, che ricoprono tutti un ruolo da protagonista nell'editoria europea e in un caso in quella americana. Per quanto è a nostra conoscenza, si tratta del primo tentativo di dare un respiro pienamente internazionale ai temi della transizione all'editoria di nuova generazione, che è una delle motivazioni che guidano questo nostro spazio sulla rete. Abbiamo perciò raccolto i testi pubblicati finora, dal 6 marzo al 17 aprile 2011, in un unico documento, che si può scaricare da questa pagina. Vi invitiamo a leggerlo (il testo in spagnolo è abbastanza comprensibile e ci si può aiutare con un vocabolario), perché fornisce un quadro articolato e ricco di spunti per comprendere dove sta andando il mondo editoriale.

Le persone intervistate, che ricoprono o hanno ricoperto incarichi di responsabilità in grandi e medie case editrici europee, sono in ordine di pubblicazione:
  • Peter Mayer, presidente dal 1978 al 1996 della casa editrice inglese Penguin Book e attuale responsabile della piccola casa editrice Overlook, che pubblica testi "trascurati" (to overlook = non vedere) dai grandi gruppi
  • Riccardo Cavallero, direttore generale Libri Trade del gruppo Mondadori, con formazione da manager, esperienze internazionali e responsabilità per il mercato italiano, spagnolo e sud-americano
  • Sigrid Kraus, tedesca di origine (come lascia intendere il nome), ma direttrice editoriale della Salamandra, che ha pubblicato in Spagna Harry Potter
  • Antoine Gallimard, nipote di Gaston, fondatore della omonima casa editrice francese, la cui collezione di letteratura ("La Pleiade") rimane un classico imitato in tutte le parti del mondo
  • Michael Krüger, poeta, romanziere, editor, nonché direttore della casa editrice tedesca Hanser, anch'essa di primaria importanza nel campo letterario
  • Stephen Page [Est nomen omen - NdR], direttore della casa editrice inglese Faber & Faber, costruita con il contributo fondamentale di Thomas S. Eliot e attualmente tra i leader dell'editoria letteraria di lingua inglese
  • Inge Feltrinelli, riconosciuta dall'intervistatore, Juan Cruz, come la "grande signora dell'editoria europea", presidente della Feltrinelli, la casa editrice della prima edizione del Dottor Živago e del Gattopardo
Appartengono tutte a case editrici prevalentemente "tradizionali", impegnate nella selezione e nella distribuzione di nuove proposte nel campo letterario o saggistico; ma tutte riconoscono, con toni più o meno marcati, la transizione che sta attraversando il settore e i pericoli che corre, in analogia con quanto è successo nell'industria discografica o con quanto sta accadendo in quella dei quotidiani e dei settimanali. Le previsioni a medio termine sono sicuramente difficili, ma nessuno degli intervistati si è sottratto al compito.

Su questo archivio

Questa pagina contiene l'archivio dei post del mese di Aprile 2011 dal più recente al più vecchio.

Marzo 2011 è l'archivio precedente.

Maggio 2011 è l'archivio successivo.

Trova i contenuti recenti nella home page o guarda negli archivi per trovare tutti i contenuti.

Login


Come registrarsi?