Book 2.0

| | TrackBack (0)

bezoskindle.gifNel blog di "Editoria multimediale" il tema del destino dei libri nell'epoca digitale era stato introdotto alcuni mesi fa, suscitando anche una certa discussione. Sulla copertina dell'ultimo numero di «Newsweek» la questione ritorna con la foto di uno strano oggetto, che ha la forma di un libro, la tastiera di uno strumento digitale e uno schermo con il titolo "i libri non sono morti". La scritta più piccola in rosso recita a mo' di correzione la frase: "Stanno soltanto diventando digitali" e, soprattutto, il viso sornione nascosto dietro lo schermo è quello di Jeff Bezos, il fondatore di Amazon, la più grande libreria virtuale del mondo.

L'oggetto misterioso si chiama Kindle ed è il nuovo lettore di libri digitali, che Amazon si appresta a mettere in commercio per poco meno di 400 dollari (circa 275 euro al cambio attuale). Non si tratta di una replica o di un concorrente del Reader prodotto dalla Sony in commercio dallo scorso anno: vuole essere qualcosa di più, una sorta di Book 2.0, ossia un servizio completo per i lettori di libri.
Ecco alcune caratteristiche di Kindle:

  • peso: circa 300 grammi
  • formato: 13,5 cm x 18 cm (come un paperback)
  • spessore: 18 mm
  • schermo : 800x600
  • tastiera: per l'inserimento di testi, la ricerca, ecc.
  • memoria base: 256 MB espandibile (per un totale di  200 libri)
  • durata della batteria: 30 ore (ricaricabile in 2 ore)
  • tecnologia: e-Ink (leader nella rappresentazione del testo su un display digitale)
  • funzionamento: indipendente da un pc perché sempre connesso attraverso un sistema WIFI avanzato
Bezos ha dichiarato che si tratta della sfida più importante affrontata da Amazon: l'obiettivo è di migliorare la tecnologia del prodotto "libro", che Jeff conosce bene, essendo stata la base della sua fortuna su Internet: come ha dichiarato a «Newsweek», il libro si dimostra estremamente vitale a distanza di più di 5 secoli dalla sua invenzione, per la sua semplicità  formale, per la sua eleganza e per la sua efficienza. Posto alla giusta distanza dagli occhi, permette al nostro cervello di procedere nella lettura di parole, frasi, paragrafi, capitoli e interi libri in base agli interesse personali: chi legge diventa una sorta di automa, che si immerge nel mondo ideale creato dagli autori e diffuso dagli editori.

Per vincere questa sfida, il modello adottato vuole essere all'altezza dello stato dell'arte attuale: non inventare un semplice device, ma immaginare l'esperienza degli utenti alle prese con la lettura.
 
Peso e formato ricordano il diretto progenitore, la leggerezza permette una piena trasportabilità. La connessione WIFI fa accedere a una libreria con circa 90.000 titoli già disponibili, in vendita a un prezzo inferiore a quello delle copie fisiche (molti bestseller recenti saranno in vendita a meno di 10 dollari); oppure alla consultazione gratuita o su abbonamento di quotidiani, periodici e riviste.

L'utente può inserire le proprie recensioni e leggere quelle degli altri lettori; può fare ricerche su Google e su Wikipedia e può visitare i blog o i siti preferiti.

Le prime fotografie disponibili nei siti americani forse non rendono giustizia a Kindle e converrà aspettare il lancio ufficiale. Certo è che il tentativo merita di essere seguito: in fondo anche Steve Jobs aveva iniziato in sordina nel 2001 con l'iPod, che era sembrata una piccola diavoleria di marketing e di design e che in 5 anni ha trasformato l'industria musicale.

Aggiornamento del 19 novembre. Sull'home page del sito di Amazon, Jeff Bezos scrive questa lettera ai clienti per presentare Kindle, con il link alla pagina del prodotto/servizio.

Jeff_letter_narrow._V5047014_.png

Categorie:

Post correlati

Transito libero (tradurre poesia/2) - 28 Giu 2011
"Le persone non leggono" - 30 Apr 2011
I migliori blog di letteratura - 06 Mar 2011


Benvenuti

Tra la carta e la rete è lo spazio web integrativo dei corsi di "Editing e tecniche di redazione" e di "Editoria multimediale" curati da Lucio D'Amelia fino al 2010: presenta riflessioni sul lavoro editoriale a cavallo tra il settore tradizionale e la nuova dimensione digitale.

Manuale di redazione è il post precedente.

Libri ed e-book è il post successivo.

Login


Come registrarsi?

Ultimi commenti

Non ci sono commenti per questo post

Archivi per mese

Post recenti

Editing and Publishing
(Editing e tecniche di redazione)
Editoria multimediale