Da «Stilos» a «Il sottoscritto»

| | TrackBack (0)

Dal giugno 2005 al settembre 2007 con 1 euro si poteva comprare in edicola un quindicinale di 16 e più pagine interamente dedicato ai libri: «Stilos», una raccolta di recensioni dedicate a romanzi, racconti o saggi, scritte prevalentemente da scrittori, e poi interviste, forum sulla critica letteraria, schede e poca pubblicità rigorosamente dedicata alle nuove pubblicazioni editoriali. Il direttore era Gianni Bonina, giornalista e scrittore, che era riuscito a rendere autonomo il supplemento "Libri" di un giornale siciliano.

Stilos.jpgPoi la testata aveva chiuso, probabilmente, come succede in questi casi, per motivi di bilancio, lasciando un avvertito senso di rammarico per la mancanza di uno strumento di guida e di interpretazione del panorama librario italiano.

Ora, con un altro nome e con una formula diversa, il gruppo di autori stretto intorno a Bonina esordisce sul web con «Il Sottoscritto», espressione apparentemente burocratica - tipica delle domande o delle istanze che si rivolgono alla pubblica amministrazione - che rinvia tuttavia all'idea di scrittura e, come scrivono i promotori, "all'identità autoriale".
Scopo dichiarato è di occuparsi di libri e di dare conto non solo delle novità ma anche delle acquisizioni. Il sito è facilmente visitabile grazie a un ordine albabetico che conduce agli autori attraverso gli strumenti dell'intervista e della recensione. In più figurano  - e si arricchiranno sempre più - saggi, racconti e temi di dibattito...
Le sezioni del sito comprendono 5 aree:

  • le interviste,
  • le recensioni,
  • i saggi,
  • i racconti,
  • i dibattiti.

sottoscritto.jpgLe recensioni sono consultabili per ordine alfabetico e riportano una parte dell'archivio della testata madre, con un aggiornamento inedito dedicato al Diario di scuola di Daniel Pennac (Feltrinelli, Milano 2008), ben visibile sotto la rete.

Nella sezione "I dibattiti" emergono gli interventi di Gianluca Barbera, Andrea Di Consoli, Luca Onorati e Giulio Perrone sul tema "Fare libri a trent'anni: un mestiere da brivido". 5 giovani editori meridionali rispondono in diretta a quesiti sulla loro attività e sulle motivazioni di una scelta imprenditoriale e professionale che si presenta come una sfida difficile per le difficoltà di un mercato come quello editoriale.

Sono presenti nel sito anche altre rubriche sugli appuntamenti di presentazione editoriale in  programma nelle varie città, sulle novità in libreria e sulle notizie dalle case editrici.  La redazione offre anche la possibilità di inviare scritti inediti, che saranno pubblicati in un'apposita sezione del sito.

Aggiornamento del 7 aprile 2010. Dal mese di febbraio 2010 «Stilos» è tornato in edicola ed è presente in linea con un nuovo sito. Ha una periodicità mensile, un formato delle dimensioni di 17 x 24 cm e 148 pagine patinate interamente a colori con la copertina lucida. Ad ogni numero è allegato in omaggio un romanzo breve inedito di un autore affermato..

Categorie:

Post correlati

Transito libero (tradurre poesia/2) - 28 Giu 2011
"Le persone non leggono" - 30 Apr 2011
I migliori blog di letteratura - 06 Mar 2011


Benvenuti

Tra la carta e la rete è lo spazio web integrativo dei corsi di "Editing e tecniche di redazione" e di "Editoria multimediale" curati da Lucio D'Amelia fino al 2010: presenta riflessioni sul lavoro editoriale a cavallo tra il settore tradizionale e la nuova dimensione digitale.

Genealogia dell'immaginario* è il post precedente.

WORK|OUT è il post successivo.

Login


Come registrarsi?

Ultimi commenti

Non ci sono commenti per questo post

Archivi per mese

Post recenti

Editing and Publishing
(Editing e tecniche di redazione)
Editoria multimediale