FuturSpectives

| | TrackBack (0)

FuturSpectives è il tema della IX edizione di "FotoGrafia Festival Internazionale di Roma", in programma fino al 24 ottobre al MACRO di Testaccio (Piazza Orazio Giustiniani 4), con apertura dal martedì alla domenica in orario pomeridiano e serale (h 16-24).

L'home page del sito del festival
L'home page del sito del festival

Il direttore artistico del festival è Marco Delogu, affiancato da tre curatori di sezione: Paul Wombellm per il rapporto con l'arte contemporanea, Valentina Tanni per quello tra l'immagine fotografica e i nuovi media e Marc Prust per la connessione con l'editoria. Fanno intendere direttore e curatori che la crasi presente nel titolo vuole porre un interrogativo preciso sul ruolo della fotografia come mezzo espressivo del futuro: interrogativo che potrebbe essere interpretato sicuramente nel senso di capire quali sono le potenzialità inespresse e anticipatrici di questo mezzo. E quindi la sua capacità di portarci avanti nel tempo, come riescono a fare bene la letteratura e il cinema. Oppure, implicitamente, quale sarà la collocazione della fotografia nella dimensione anche digitale e interattiva delle arti, ossia quale riposizionamento si può prevedere nella costellazione che si sta configurando con l'affermazione dei nuovi mezzi.

Le mostre di sezione tendono verso il primo tipo di risposta: così Bumpy Ride - per l'intreccio con l'arte contemporanea - propone artisti che utilizzano in senso anticipatore il mezzo, immaginando un futuro possibile, se non probabile. Quelli presenti al MACRO sono nomi conosciuti principalmente dagli addetti ai lavori: Peter Bialobrzeski, Sonja Brass, Cedric Delsaux, Jill Greenberg, lkka Halso, Mirko Martin e O Zhang, che alternano l'analogico al digitale. Nella sezione dei nuovi media (Maps and legends) è la trama del web a fare da scenografia per registrare le valenze della fotografia nel mondo della rete: si va - come è scritto nella presentazione - "Dalle gif animate alle fotografie nei mondi virtuali; dalle immagini di Google Street Views agli scatti che cambiano in tempo reale con il flusso dei dati. Fino alla macchina fotografica che cattura il tempo, invece dello spazio". Gli autori esposti sono in questo caso dieci fotografi, tra cui tre italiani: Marco Cadioli, Filippo Minelli e Carlo Zanni. La sezione relativa al rapporto con l'editoria, infine, è intitolata "Unpublished - unknown" e riguarda lavori che attendono ancora di essere pubblicati. Il quesito proposto in questo caso è di tipo ontologico: una fotografia d'autore, scattata ma non edita in un mezzo a stampa, esiste effettivamente o rimane come uno dei tanti testi non pubblicati e chiusi in un cassetto?
Oltre alle mostre del MACRO, il festival propone esposizioni in tre prestigiose istituzioni culturali straniere presenti a Roma:
  • l'Accademia francese a Villa Medici, con le personali dei fotografi Agnès Geoffray e Philippe Gronon
  • l'Accademia americana al Gianicolo, con la mostra "A Question of Time" di vari autori
  • la Reale Accademia spagnola in piazza S. Pietro al Montorio con la mostra "Zoo" dei fotografi Carlos Abalá e Ignasi López
In una terza sezione, chiamata "Circuito", il festival continua con rassegne di fotografi italiani e straniere presso gallerie e studi d'arte romani. Il quadro completo è il seguente:
Compro
Paolo Tagliolini, Renè Escalante
Studio Camera21
fino al 15 Ottobre 2010
 
3...
Pier Paolo Fassetta, Guido Sartorelli, Luigi Viola
Centro Luigi Di Sarro
fino al 16 Ottobre 2010
 
Billboards
Maurizio Montagna
Galleria del Prete
fino al 12 Novembre 2010
 
Breath
Marco Giuseppe Schifano
Studio d'Arte La Margherita
fino al 24 Ottobre 2010
 
Albe
Caroline Duchatelet
Galleria Marte
fino al 24 Ottobre 2010
 
Project Room Villa Glori
Alessandro Dandini de Sylva, Antonello Mazzei, Eleonora Calvelli, Federico Ciamei, Marco Rapaccini
Villaggio Olimpico
fino al 17 Ottobre 2010
 
Fotox1000
a.a.v.v.
Rising Love
fino al 24 Ottobre 2010
 
FotOttica
Valeria De Berardinis, Gianfranco Fortuna, Ena Granulo, Davood Kheradmand, Sergio Marcelli, Claudio Orlandi, Arash Radpour, Germano Serafini
Sala 1
fino al 22 Ottobre 2010
 
Transience
Alberto Di Cesare, Olimpia Ferrari, Michael S. Lee, Ieva Mediodia, Annu Palakunnathu Matthew, Glen Sacks
Z2O Sara Zanin
fino al 20 Novembre 2010
 
Junkspace. Uno sguardo sul territorio aquilano
Antonio Di Cecco
s.t. foto libreria galleria
fino al 24 Ottobre 2010
 
Deposizione
Adi Nes
Calcografia Nazionale Roma
fino al 31 Ottobre 2010
Presso l'Istituto italo-latino americano, poi, si è svolto il 24 settembre un vernissage per l'assegnazione del premio IILA-FotoGrafia giunto alla terza edizione e assegnato al fotografo messicano Pablo López Luz, scelto tra 57 concorrenti.

Come ultima notazione vogliamo segnalare la casa editrice Punctum, specializzata nella pubblicazione di photobook che raccolgono anche la produzione di autori presenti al festival: si possono tra l'altro scaricare le slide del fotografo Tod Papageorge (direttore del Corso universitario in Fotografia della Scuola d'arte della Yale University), presentate da Marco Delogu.

Categorie:

Post correlati

Tutti fanno tutto - 07 Giu 2011
Tradurre poesia - 30 Mag 2011
Il futuro delle biblioteche - 24 Mag 2011


Benvenuti

Tra la carta e la rete è lo spazio web integrativo dei corsi di "Editing e tecniche di redazione" e di "Editoria multimediale" curati da Lucio D'Amelia fino al 2010: presenta riflessioni sul lavoro editoriale a cavallo tra il settore tradizionale e la nuova dimensione digitale.

Book ed ebook è il post precedente.

"Questa lettera vi complicherà la vita" è il post successivo.

Login


Come registrarsi?

Ultimi commenti

Non ci sono commenti per questo post

Archivi per mese

Post recenti

Editing and Publishing
(Editing e tecniche di redazione)
Editoria multimediale