Cado in piedi

| | TrackBack (0)

C'era sfuggito e ne facciamo volentieri ammenda: da circa un mese è attivo un esperimento, lanciato dalla casa editrice Chiarelettere e dal gruppo editoriale Gems (di cui abbiamo già parlato a proposito dell'acquisizione della Boringhieri e della partecipazione in Fazi), che punta alla costituzione di un'ambiente di comunità per autori, intesi in senso lato come giornalisti e scrittori, ma anche professionisti e performer.

testata_cado_in_piedi.jpg
Cado in piedi – questo il nome scelto per il sito – si propone come "portale multimediale di approfondimento dei temi di attualità con la collaborazione di molti autori". I temi sono articolati intorno a 5 sezioni principali:
  • "La Fermata", con l'argomento del giorno
  • "Parole d'autore", che offre uno spazio per gli interventi di approfondimento degli autori
  • "Libri in Rete", con l'uso di Google News per scegliere le notizie relative ai temi trattati nei libri scritti dagli autori
  • "La Pagina", ossia la lettura del giorno con un testo d'autore, ovviamente lungo una pagina
  • "Ghostwriter", spazio aperto agli articoli inviati dai lettori e selezionati dalla redazione
Gli autori che hanno aderito inizialmente sono circa un centinaio, ma l'obiettivo è quello di allargare la comunità a un migliaio di partecipanti. Come abbiamo detto, sono scrittori e giornalisti, più o meno conosciuti: in questa pagina è disponibile l'elenco completo Tra i nomi più noti citiamo due scrittrici: Paola Mastracola, recente autrice per i tipi della Guanda di Togliamo il disturbo, e Michela Murgia, vincitrice del Campiello 2010 con il romanzo Accabadora. Tra i giornalisti, che sono in numero notevole, la scelta è più ardua e non vuole essere selettiva, ma solo di esempio: Claudio Sabelli Fioretti, a lungo nel "Magazine" del «Corriere della Sera», Riccardo Staglianò, del quotidiano «la Repubblica», e Loretta Napoleoni, economista collaboratrice del settimanale «Internazionale». Vi sono poi degli outsider, ossia fuori categoria, più popolari come l'attore Beppe Grillo, più "accademici" come lo studioso della scienza politica e allievo di Norberto Bobbio Marco Revelli, o più professionali come l'avvocato Guido Scorza, esperto di diritto delle nuove tecnologie.

I temi principali del sito si muovono lungo un doppio binario: riflessioni e prese di posizioni sulla questioni di attualità (come il disastro della centrale nucleare in Giappone o il problema dell'immigrazione nordafricana in Italia); analisi e critiche di testi prevalentemente saggistici scelti dai singoli autori (come la presentazione di Anna Vinci del volume di Tina Anselmi sulla P2). In entrambi i casi gli articoli scritti si alternano con i podcast video. Per seguire ed essere aggiornati sui nuovi articoli del sito, è possibile iscriversi alla newsletter di "Cado in piedi".

Nella pagina seguente il lancio dell'intervento di Michela Murgia.
essere_una_donna.jpg

Categorie:

Post correlati

Tutti si accordano con tutti - 06 Ago 2011
La legge Levi e le biblioteche - 03 Ago 2011
Se sessanta vi sembran pochi - 12 Giu 2011


Benvenuti

Tra la carta e la rete è lo spazio web integrativo dei corsi di "Editing e tecniche di redazione" e di "Editoria multimediale" curati da Lucio D'Amelia fino al 2010: presenta riflessioni sul lavoro editoriale a cavallo tra il settore tradizionale e la nuova dimensione digitale.

Stop al progetto Google books è il post precedente.

"Le persone non leggono" è il post successivo.

Login


Come registrarsi?

Ultimi commenti

Non ci sono commenti per questo post

Archivi per mese

Post recenti

Editing and Publishing
(Editing e tecniche di redazione)
Editoria multimediale