Almeno virtualmente...perché non ci creiamo una realtà migliore?

| | TrackBack (0)

Da un articolo su Libero News:

Pedofili su Second Life: sono punibili? E se sì, come?
Stupri, estorsioni, pornografia: quando la realtà virtuale si fa selvaggia, occorre capire come mettere freno a un mondo che - per ora - non ha regole.

Come ci si deve comportare se il male dal reale si insinua anche nel virtuale? I reati su "Second Life" sono punibili? E se sì, come? La questione sta diventando preoccupante ed è emersa con prepotenza grazie alla denuncia di alcuni giornalisti tedeschi della rivista "Focus". Pedo-pornografia, stupri, espropri terreni, situazioni finanziarie insolute: è questa la selvaggia realtà giuridica dell'universo virtuale costruito e gestito dai suoi 6 milioni di "residenti".
Un uomo chiede di fare "sesso con dei minori". Per un paio di euro è possibile nel mondo tridimensionale del popolare gioco online. I reporter hanno dato un'occhiata ai lati oscuri del mondo di SL e quel che hanno scoperto non è per nulla lusinghiero: «Era spaventoso stare a guardare», ha commentato Nick Shader, dell'emittente SuedWestrundfunk (Swr), il quale ha assistito e documentato un incontro tra pedofili.
Che un reato simile commesso online sia comunque punibile è "questione assai controversa". La cosa, peraltro, riguarda anche molte altre infrazioni commesse sul web.Il successo di "Second Life" viaggia assieme alla leggenda che nel mondo in rete non ci sono confini, nè leggi. Ma fino a che punto persone reali siano punibili per atti sessuali offerti, rappresentati o consumati con personaggi raffiguranti dei bambini è sicuramente non chiaro. «La stimolazione sessuale compiuta in un modo generale e diretto non è punibile, anche se sociologicamente molto preoccupante», ha commentato Thomas Hoeren, esperto di diritto all'Università di Muenster. Insomma, via libera ai pedofili.
Possibile che la bruttezze del mondo reale si riversino pure in quello virtuale? Dobbiamo preoccuparci della "gente cattiva" anche in qualcosa di inesistente? Bisogna avere controllo anche su qualcosa che dovrebbe essere puro e semplice diletto?

Voi che ne pensate?

Categorie:

Ultimi post correlati

eG8 a Parigi: gli interventi - 26 Mag 2011
eG8 a Parigi: l'apertura - 25 Mag 2011
Lunga vita al Web! - 26 Nov 2010




Su questo post

Questa pagina contiene un solo post di valeria pubblicato il 09.05.2007 h. 08:48.

Il web 2.0 funziona o no? è il post precedente.

Di cosa parlano gli italiani in rete è il post successivo.

Ultimi commenti

Non ci sono commenti per questo post

Archivi per mese