Archivi di Giugno 2007

25 siti di cui non si può fare a meno

| | TrackBack (0)
Ecco l'elenco in ordine alfabetico, stilato dalla rivista «Time», dei 25 siti che sono indispensabili sulla rete Internet:
  • Amazon (la più grande libreria in linea)
  • BBC (notizie e informazioni dalla BBC inglese)
  • Citysearch (il trova servizi in città)
  • Craigslist (annunci pubblicitari locali)
  • Del.icio.us (per condividere i propri link preferiti)

Per un'esplorazione dell'universo dei blog italiani

| | TrackBack (0)

Per comprendere alcune caratteristiche fondamentali della blogosfera italiana, un questionario con più di 90 domande è stato distribuito ai principali blogger italiani e ai loro lettori.

Lo hanno compilato in forma completa 4.117 persone, ossia un campione ampio che è risultato rappresentativo per genere del mondo dei naviganti (56,5% di maschi sul totale quasi pari al 55,8% della media italiana registrata dall'ISTAT).

La ricerca è stata condotta da un gruppo congiunto dell'Università di Trieste, della società SWG, della piattaforma Splinder e della rivista "Punto informatico" e i risultati, sintetizzati in un video molto efficace, sono ora disponibili sul sito di Diario Aperto.


La critica del web 2.0

| | TrackBack (0)

Un'interessante intervista ad Andrew Keen a cura di Nicola Bruno, apparsa sul quotidiano «Il Manifesto», si può leggere in versione integrale nelle cronache digitali di VisionPost: Keen è un imprenditore di origine inglese che vive in California e che ha subìto in pieno la crisi della bolla finanziaria di Internet a cavallo del 2000.

Le sue tesi contro il web 2.0 sono state pubblicate sulla rivista «The Weekly Standard» e sono state da lui ampliate in un libro uscito proprio in questi giorni in America, The Cult of the Amateur per i tipi di Doubleday Currency.

Come fa intendere il titolo, le potenzialità editoriali del social software esaltano i dilettanti a scapito dei professionisti, mettono in crisi i media tradizionali e, in prospettiva, impoveriscono drammaticamente la cultura. Keen cita come esempi l'arte di Luchino Visconti in confronto ai filmati amatoriali di YouTube o il lavoro di approfondimento dei migliori giornalisti della carta stampata rispetto ai vacui diari presenti nei blog.

Canone e letteratura/e europea/e

| | TrackBack (0)

Il 15 e il 16 giugno, nell'aula Odeion del Museo dell'Arte classica, si svolgerà il convegno internazionale “Un'Europa da insegnare? Canone e letteratura/e europea/e”, organizzato dalla Facoltà di Scienze Umanistiche con la partecipazione di autorevoli studiosi italiani ed europei, dell'area occidentale e orientale.

Con la parola “canone” si designa la scelta dei libri fondamentali che si dovrebbero leggere per garantire la formazione generale di una persona. L'origine della parola è religiosa e ha indicato nel passato "una scelta tra testi in lotta tra loro per la sopravvivenza" (H. Bloom, Il canone occidentale, Bompiani, Milano 1996, p. 17).

Due (ex-)enfants - (toujours) prodiges

| | TrackBack (0)
skybox_gates_jobs Qui si può leggere la trascrizione completa (in inglese) dell'intervista congiunta a Bill Gates, fondatore della Microsoft, e Steve Jobs, fondatore della Apple, durante la Digital Conference del "Wall Street Journal" sulle origini e sugli sviluppi del mondo digitale e della dimensione multimediale in linea. Qui si può vedere una sintesi video dell'intervista (sempre in inglese). Merita una esplicita citazione una delle frasi conclusive di Jobs:

Su questo archivio

Questa pagina contiene l'archivio dei post del mese di Giugno2007 dal più recente al più vecchio.

Maggio 2007 è l'archivio precedente.

Luglio 2007 è l'archivio successivo.

Trova i contenuti recenti nella home page o guarda negli archivi per trovare tutti i contenuti.

Login


Come registrarsi?