La critica del web 2.0

| | TrackBack (0)

Un'interessante intervista ad Andrew Keen a cura di Nicola Bruno, apparsa sul quotidiano «Il Manifesto», si può leggere in versione integrale nelle cronache digitali di VisionPost: Keen è un imprenditore di origine inglese che vive in California e che ha subìto in pieno la crisi della bolla finanziaria di Internet a cavallo del 2000.

Le sue tesi contro il web 2.0 sono state pubblicate sulla rivista «The Weekly Standard» e sono state da lui ampliate in un libro uscito proprio in questi giorni in America, The Cult of the Amateur per i tipi di Doubleday Currency.

Come fa intendere il titolo, le potenzialità editoriali del social software esaltano i dilettanti a scapito dei professionisti, mettono in crisi i media tradizionali e, in prospettiva, impoveriscono drammaticamente la cultura. Keen cita come esempi l'arte di Luchino Visconti in confronto ai filmati amatoriali di YouTube o il lavoro di approfondimento dei migliori giornalisti della carta stampata rispetto ai vacui diari presenti nei blog.

"Il mio saggio - dichiara nell'intervista - vuole essere una critica a una cultura capitalista sempre più individualista, in cui l'estetica, la conoscenza e la verità si muovono al di là della comunità e verso l'Io. L'assenza di intermediari è il sogno dei libertari (quelli che Marx chiamava "anarchici") sia di sinistra (contro-culturalisti) sia di destra (utopisti del mercato libero) che respingono ogni forma di autorità: dello stato, del testo, dell'autore, dei media. La sola autorità ammessa è l'Io, a sua volta mandata in frantumi dalla cultura dell'anonimato online. In questo senso la mia analisi vuole essere un nuovo capitolo della polemica culturale portata avanti da teorici americani come Neil Postman, Daniel Bell, Alan Bloom e Cristopher Lasch."

Intervista e libro sono stati accolti con perplessità in Italia: le tesi di Keen sono sembrate forzate e pretestuose e, in effetti, negli esempi sopra riportati sono messi insieme personaggi o avvenimenti troppo distanti per peso e campo di attività.

Voi cosa ne pensate?


Aggiornamento dell'8 marzo 2009. Sul "Domenicale" del «Sole 24 ore» Stefano Salis, curatore della preziosa rubrica Ex libris, segnala che il libro di Keen sarà pubblicato in Italia tra un mese dalla de Agostini con il titolo - ritenuto particolarmente azzeccato - Dilettanti.com

Categorie:

Ultimi post correlati

eG8 a Parigi: gli interventi - 26 Mag 2011
eG8 a Parigi: l'apertura - 25 Mag 2011
Lunga vita al Web! - 26 Nov 2010




Su questo post

Questa pagina contiene un solo post di lucius pubblicato il 14.06.2007 h. 08:16.

Canone e letteratura/e europea/e è il post precedente.

Per un'esplorazione dell'universo dei blog italiani è il post successivo.

Ultimi commenti

Non ci sono commenti per questo post

Archivi per mese