Come è fatta una pagina web

| | TrackBack (0)

La maggior parte delle pagine degli attuali siti è costituita da tre componenti principali, che, in un approccio attento agli standard dettati dal W3C e alla fruibilità da parte dei differenti browser, dovrebbero essere chiaramente distinte:

  • il contenuto strutturato in parti definite secondo il proprio significato, come ad esempio il titolo, il sottotitolo, il paragrafo, la tabella, la lista numerata, la lista ordinata, i link, le immagini, ecc. e marcato con un linguaggio particolare (non più il semplice HTML, ma l'XHTML, ovvero eXstensible HypertText Mark-up Language);
  • la forma di presentazione, ottenuta con fogli di stile autonomi (i cosiddetti file css, ovvero cascading style sheet), che stabiliscono la dimensione e la griglia della pagina, il numero delle colonne, i colori, la grandezza dei caratteri, ecc.;
  • il comportamento, ossia i possibili servizi interattivi attraverso le opzioni di scelta lasciate agli utenti.
threelayers_separation.png
(illustrazione ripresa dall'articolo Simply JavaScript: The Three Layers of the Web di Kevin Yank)
Semantica, grafica e relazione sono i tre layer (livelli) costitutivi della pagina di un sito Internet.
In particolare, la progettazione delle pagine web dovrebbe iniziare con la definizione puntuale dell'albero delle informazioni presentate: dalla visione d'insieme offerta dalla home page ai rami delle sezioni o canali tematici, ai sottorami di ogni singola sezione, fino alle foglie e ai fiori finali dell'albero. Sono i contenuti l'oggetto più importante da trattare, in una logica che sia pienamente comprensibile all'utente, facilmente navigabile in termini di numero contenuto di click e pienamente accessibile secondo diversi punti di vista: responsabile di questa attività è il progettista del sito, che può essere aiutato da una nuova figura professionale, "l'architetto delle informazioni", assimilabile non tanto al tradizionale esperto della materia quanto all'ingegnere della conoscenza o all'esperto di euristica, ossia a coloro che organizzano la conoscenza ai fini della sua reperibilità e del suo utilizzo.
La rappresentazione dell'albero delle informazioni serve poi al designer per impostare un concept rappresentato visivamente con un layout grafico: la pagina si organizza in parti e sottoparti che svolgono funzioni precise in base alla strutturazione dei contenuti. Così possiamo avere la testata con il logo, una fotografia, un disegno e il titolo, la barra di navigazione orizzontale, quella verticale, la parte centrale dedicata ai contenuti, la barra e i box di servizio e così via. Il compito in questo caso spetta al web designer che definisce anche gli stili dei colori, dei font, delle immagini, ecc.
La terza componente del comportamento è più propriamente legata a linguaggi e a sistemi informatici perché deve essere in grado di offrire servizi utili all'utente: dalla semplice iscrizione a una newsletter, all'acquisto di un prodotto (libro, cd, ecc.), alla prenotazione di un biglietto aereo o ferroviario. Quello che appare sulla pagina del browser dell'utente (il cosiddetto client-side o lato client) deve avere un corrispettivo programmato sul server che ospita il sito (il cosiddetto server-side o lato server), come registrazione sicura delle opzioni scelte per fare in modo la newsletter giunga proprio in quella casella di posta elettronica, il libro sia spedito a quell'indirizzo, il biglietto (e il posto in treno e in areo) sia assegnato a quella persona.

trenitalia.jpg
Alcuni designer, come ad esempio Jeff Croft, sostengono, infine, che le componenti non sarebbero soltanto tre: essi aggiungono un livello di controllo sul lato-server per svolgere operazioni di riconoscimento, autenticazione e trattamento dei dati, e un livello di modellazione grafica, che è indipendente dal foglio di stile e che si avvale di template (modelli di pagina) dedicate: ad esempio questo stesso sito che state leggendo utilizza template native dell'applicazione che gestisce i contenuti.

Categorie:

Ultimi post correlati

Le linee guida per i siti della Pubblica Amministrazione - 31 Lug 2010
3D studio Flash - 08 Giu 2008
Progettare un sito web - 27 Mag 2008




Su questo post

Questa pagina contiene un solo post di lucius pubblicato il 10.10.2007 h. 21:13.

Le lezioni della Università di Berkeley su YouTube è il post precedente.

Costruire un sito web... è il post successivo.

Ultimi commenti

Non ci sono commenti per questo post

Archivi per mese