Wikia Search: un nuovo motore di ricerca

| | TrackBack (0)

Il 7 gennaio 2008 è stata lanciata la versione alpha (nel gergo informatico indica una fase preliminare di sviluppo del software) del motore di ricerca della società americana Wikia, fondata da Jimmy Wales, creatore insieme a Larry Sanger dell'enciclopedia Wikipedia.
L'home page del nuovo motore è ovviamente molto spartana con una nuvoletta leggera come logo.

wikia.jpgI risultati che si ottengono sono ancora modesti: lo stesso Wales dichiara che «we are aware that the quality of the search results is low». Le pagine indicizzate sono circa 100 milioni, meno del 10% di quelle indicizzate da Google.
L'interesse dell'iniziativa consiste nel tentativo di estendere il modello dei contributi volontari nel campo dei motori di ricerca, combinando nell'ordinamento dei risultati i criteri automatici con l'intervento dell'intelligenza umana. Gli utenti registrati possono collaborare in modo trasparente e gratuito per migliorare l'elenco dei risultati. Così per ogni parola ricercata si presenta come primo risultato un "mini articolo" tratto da Wikipedia o scritto da nuovi utenti registrati, che serve a fornire una breve definizione, a disambiguare il termine ricercato, a collegare foto o ad altro.
I principi a cui si ispira la nuova iniziativa sono 4 e precisamente:

  1. la trasparenza, intesa come apertura sia dell'ambiente software, sia degli algoritimi di ricerca e di ordinamento (il PageRank costituisce invece uno dei segreti industriali di maggior valore di Google);
  2. la comunità, come fiducia nel contributo delle persone e dei gruppi;
  3. la qualità, come miglioramento costante  dell'accuratezza e della rilevanza dei risultati di ricerca;
  4. la privatezza, come rispetto della privacy di chi effettua le ricerche (Google conserva per circa due anni la traccia delle ricerche effettuate dai suoi utenti)
Non è escluso, ma non è neanche assicurato che il successo ottenuto in termini di velocità e di adesioni al progetto Wikipedia si riproduca anche in Wiki Search: al momento l'impresa sembra proprio ai suoi inizi e, come scrive il suo promotore, conviene conservare il link del sito per ritornarci periodicamente.

Categorie:

Ultimi post correlati

eG8 a Parigi: gli interventi - 26 Mag 2011
eG8 a Parigi: l'apertura - 25 Mag 2011
Lunga vita al Web! - 26 Nov 2010




Su questo post

Questa pagina contiene un solo post di lucius pubblicato il 12.01.2008 h. 14:21.

In questi giorni è il post precedente.

Wikipedia tra il paradiso e l'inferno è il post successivo.

Ultimi commenti

Non ci sono commenti per questo post

Archivi per mese