I forum universitari: la condivisione come nuova risorsa

| | TrackBack (0)

I Forum, in gergo bulletin board, sono spazi virtuali presenti nel Web fin quasi dagli albori di Internet nati con lo scopo di creare comunità di utenti raggruppate intorno ad un medesimo argomento o interesse. Lo straordinario successo dei forum è dovuto a molteplici motivi: innanzitutto, il forum è uno strumento di facilissimo utilizzo anche per l'utente meno esperto in ambito informatico, grazie alla sua immediatezza e praticità, che consente di familiarizzare in breve tempo con i comandi necessari per inserire topic o rispondere agli argomenti. Inoltre, proprio grazie alla disponibilità di form come quelli messi a disposizione da phpBB (di gran lunga il modello di forum più utilizzato attualmente, e anche per questo il più soggetto ad attacchi di pirateria e manomissioni varie), il forum si caratterizza per essere fondamentalmente una piazza virtuale dove scelto un argomento se ne può parlare più o meno liberamente, qualunque sia la propria provenienza della persona partecipante (potenzialmente tutto il mondo), caricandosi così di una forte attrattiva sociale.

I primi forum si sono sviluppati intorno alle tematiche più svariate, solitamente legate comunque ad argomenti riguardanti lo svago e il tempo libero (musica, hobbies, etc), mentre solo più recentemente, negli ultimi 5/10 anni le potenzialità dei forum come mezzi di aggregazione e scambio di opinione sono state accolte anche da vari soggetti per fini di carattere lavorativo, sondaggistico, politico, etc, come per esempio forum collegati ai siti web di quotidiani (la Repubblica ad esempio), o a siti di opinione politica.

Un'ulteriore evoluzione, che interessa particolarmente gli studenti universitari, è stata l'esplosione negli ultimissimi anni di forum legati al mondo accademico, utilizzati dagli studenti per i più svariati motivi, dalla condivisone di informazioni e appunti, allo scambio di opinioni circa gli studi e le proprie esperienze universitarie, al semplice punto di aggregazione tra studenti. Specialmente questo ultimo punto si è dimostrato particolarmente efficace, potenziando una tendenza insita nella comunità studentesca all'aggregazione ma che nelle ultime decadi aveva perso gran parte della sua consistenza. I forum universitari hanno avuto in questo il piccolo merito di riuscire a ristabilire un dialogo tra studenti che ha portato spesso alla ripresa di movimenti di rivendicazione studentesca, grazie alla facile comunicazione non solo nell'ambito del proprio corso di laurea o università ma anche tra facoltà diverse e spesso tra atenei diversi.

Ma come si sviluppa un forum universitario? Innanzitutto bisogna distinguere tra due tipologie molto diverse fra loro: i forum "ufficiali" e i forum "indipendenti". Generalmente quelli che hanno più fortuna tra gli studenti sono questi ultimi, essendo sì vincolati al tema universitaria ma comunque, per l'appunto, indipendenti dall'istituzione accademica e dal possibile "controllo" di essa sulle discussioni del sito. I forum ufficiali sono legati per lo più ai siti ufficiali delle università, si strutturano quindi non come veri e propri portali indipendenti ma come sezioni di siti più vasti, e l'altra critica che gli si può muovere, oltre ad una certa mancanza di elasticità riguardo i contenuti, è la totale assenza di controllo e di gestione, tanto che spesso questi forum sono semplicemente accesi e poi lasciati a se stessi. Il forum indipendente può invece contare su un fattore importante come quello dell'impegno volontario di coloro che lo gestiscono e mantengono: essendo generalmente studenti e quindi essendo sul piano emotivo e comunicativo sullo stesso piano degli altri colleghi universitari vi è senza dubbio una spinta propulsiva importante riguardante la collaborazione, la pubblicazione di informazioni e servizi utili, lo scambio do ut des in un'ottica di cooperazione portata avanti con impegno e idealismo.
Il tipico forum universitario si sviluppa in due aree tematiche principali, dalle quali si possono poi individuare ulteriori sezioni: il forum accademico in senso stretto, con sezioni orientate alla discussione circa i corsi di studio, le materie d'esame, gli orari di lezione, il chiarimento di dubbi e la pubblicazione di informazioni riguardo la didattica; il forum accademico come spazio sociale studentesco, dove l'argomento non è necessariamente l'ambito universitario ma anzi sono privilegiate discussioni riguardanti il tempo libero, l'attualità e la socialità in genere.

I forum studenteschi sono dunque importanti laboratori ancora molto poco analizzati dagli esperti del settore, che ancora non hanno captato appieno le loro molteplici funzionalità e potenzialità ma che se sfruttati a dovere e in un modo corretto potranno, in una società che tende sempre più all'informatizzazione anche dei rapporti tra persone, rivelarsi come importanti fattori di rilancio sociale.

Categorie:

Ultimi post correlati

eG8 a Parigi: gli interventi - 26 Mag 2011
eG8 a Parigi: l'apertura - 25 Mag 2011
Lunga vita al Web! - 26 Nov 2010




Su questo post

Questa pagina contiene un solo post di Stefano pubblicato il 29.05.2008 h. 15:04.

Self-publishing: una risposta ai giovani autori è il post precedente.

La localizzazione: punto di vista del traduttore è il post successivo.

Ultimi commenti

Non ci sono commenti per questo post

Archivi per mese