Wiki-Larousse

| | Commenti (1) | TrackBack (0)

Dopo i widget della Britannica offerti gratuitamente ai webmaster, e dopo l'edizione cartacea di Wikipedia in Germania, il segmento editoriale delle enciclopedie registra un nuovo sommovimento: le edizioni Larousse - una casa editrice francese fondata nel 1852, famosa per i dizionari e le enciclopedie tradotte anche in italiano in partnership con la Rizzoli - offre a utenti e lettori la possibilità di contribuire alle 150.000 voci d'autore e alle oltre 10.000 immagini presenti nel suo sito.

larousse.jpgLa pagina di accesso all'enciclopedia è divisa in due sezioni: sul lato sinistro, in arancione, la presentazione delle voci degli autori "ufficiali", sul lato destro, in viola, i contributi degli utenti, che devono registrarsi e farsi riconoscere per inserire i testi. In alto, sempre in viola, i bottoni per registrarsi, inserire un articolo o un'immagine

Il successo è stato immediato e il sito è stato preso letteralmente d'assalto fino a dover sospendere il servizio.

Secondo Line Karoubi, direttrice del dipartimento "Dizionari ed enciclopedie" della Larousse, intervistata da «Le Monde» gli utenti Internet "sono ormai abituati a un tale modello e sanno distinguere un articolo accurato di reference dall'espressione di un punto di vista soggettivo"..

Categorie:

Ultimi post correlati

Bulletins from the future - 30 Lug 2011
La banca dati in linea della Zanichelli - 09 Nov 2010
Cultura e intrattenimento nel mondo digitale - 31 Mar 2010


Commenti (1)

Stefano Author Profile Page ha scritto:

Secondo me invece non è così, gli utenti Internet medi non sanno affatto riconoscere un punto di vista soggettivo spesso e volentieri e questo è testimoniato dall'uso "biblico" che viene fatto frequentemente di Wikipedia. In ogni caso mi sembra una buona idea per la diffusione del sapere.



Su questo post

Questa pagina contiene un solo post di lucius pubblicato il 14.05.2008 h. 19:47.

Jonathan Williams: tra la poesia e l'editoria americana è il post precedente.

Sindromedistendhal.com - un'esperienza di testata on line è il post successivo.

Ultimi commenti

Stefano su: Wiki-Larousse

Archivi per mese