eG8 a Parigi: gli interventi

| | TrackBack (0)

Concludiamo il precedente articolo sull'eG8 parigino con una sintesi degli interventi dei principali esponenti del mondo ICT e del sistema della comunicazione internazionale. Il programma completo dei lavori può essere scaricato da questa pagina. L'elenco completo dei relatori si trova invece in quest'altra. La conferenza aveva un titolo generale: "Internet: accelerare lo sviluppo". Ai gruppi di lavoro sono stati assegnati questi temi: (a) il business Internet e le tecnologie disruptive; (b) Internet e i diritti umani; (c) Internet e la privacy.

lagarde.jpeg Christine Lagarde, ministro francese dell'Economia, ha sostenuto la necessità di stabilire un set di regole per la gestione della rete: "L'obiettivo di questo forum è far emergere le preoccupazioni di tutti. Io credo che tra Lady Gaga e Skype debba esserci un compromesso affinché i creatori e gli inventori mantengano un diritto alla remunerazione." La questione posta è quella del diritto d'autore, che è uno dei leit-motif del summit, anche se non pare che sia stata trovata una soluzione condivisa.
Schmidt.jpg Eric Schmidt, presidente esecutivo di Google, seduto accanto alla Lagarde, ha messo in guardia dalle conseguenze negative che una politica di regolamentazione può avere sulla rete: Internet si muove così velocemente che una politica regolatrice, per quanto accorta, si troverebbe in ritardo o spiazzata dai nuovi fenomeni. I problemi possono essere risolti con la tecnologia e i governi dovrebbero limitarsi a favorire e migliorare l'accesso alla rete.
wales.jpg Jimmy Wales, fondatore di Wikipedia, ha messo a fuoco la necessità di investimenti in direzione dei paesi in crescita accelerata: "Il prossimo miliardo di persone che si connetteranno alla Rete non viene dagli Stati Uniti, ma dall'India, dalla Cina, dall'Africa. Avranno accesso a Wikipedia, Facebook, Twitter, e trasformeranno l'insieme della società globale".
DeBenedetti.jpg Carlo De Benedetti, insieme a Franco Bernabè tra gli italiani invitati, ha posto il problema dell'informazione di qualità: "Internet a pagamento è quasi un controsenso e non si può offrire un'unica soluzione: ad es. nel mio gruppo abbiamo un quotidiano nazionale e le edizioni locali. Ogni situazione è diversa, dobbiamo differenziare l'offerta a seconda dei lettori a cui ci rivolgiamo". E nel caso delle notizie locali il lavoro di reperimento, selezione ed elaborazione può risultare anche più oneroso.
murdoch.jpg Rupert Murdoch, presidente di News Corporation, è stato tra i pochi a salire sul palco da solo. Il suo intervento esula dalle linee tradizionali e guarda al futuro: alla crescita delle nuove generazioni che si trovano in un mondo che sta cambiando vorticosamente e che ricevono un'educazione antiquata. E allora, a suo avviso, Internet e la rete possono diventare un agente del cambiamento attraverso forme intelligenti e flessibili di e-learning. Il problema non sono i computer nelle scuole, ma la creazione e la diffusione di software educativi personalizzati per le fasce d'età.
zuckerberg.jpg Mark Zuckerberg, fondatore di Facebook, ha occupato anche lui la scena in un dialogo con Maurice Levy, capo della società organizzatrice del summit. A giudizio del sito specializzato Techcrunch, l'intervista non è stata soddisfacente, anche se il giovane Mark ha rivelato che (1) non ci sarà un telefonino Facebook e che (2) vi sono già più di 300 milioni di persone che usano il social network sul telefonino, con un tasso di crescita superiore ai pc. Zuckerberg si recherà all'incontro con gli 8 grandi a Deauville, partecipando secondo il sito americano al reale G8 dopo esser "passato" alla manifestazione parigina.

Categorie:

Ultimi post correlati

eG8 a Parigi: l'apertura - 25 Mag 2011
Lunga vita al Web! - 26 Nov 2010
Sostenere Wikipedia - 17 Nov 2010




Su questo post

Questa pagina contiene un solo post di lucius pubblicato il 26.05.2011 h. 07:58.

eG8 a Parigi: l'apertura è il post precedente.

Centenario della nascita è il post successivo.

Ultimi commenti

Non ci sono commenti per questo post

Archivi per mese